Recensione: BOBBY G. CAN'T SWIM

Recensione del film Bobby G. Can't Swim storia di un piccolo spacciatore scritto e diretto da John-Luke Montias






TITOLO ORIGINALE: idem

NAZIONE: Usa

ANNO: 1999

REGISTA: John-Luke Montias

INTERPRETI PRINCIPALI:  John-Luke Montias, Susan Mitchell, Vincent Vega, Norman Middleton, Gilbert Glenn Brown, Paul Maged, Andrew Rein, Donna Sonkin

GENERE: Drammatico

DURATA: 89 min (1h e 29 min), Colori

SINOSSI: Bobby Grace è un piccolo spacciatore di droga che vive a Hell's Kitchen, cerca in tutti i modi di migliorare la sua situazione fino a quando non si presenta l'occasione della vita.

RECENSIONE: Questo film scritto, diretto e interpretato da John-Luke Montias è crudo e un po' naif. Crudo per la storia avvincente e a tratti angosciante. La pellicola è uno schietto e veritiero affresco della vita di strada tra prostitute e perdigiorno. Questo film ha anche un aspetto naif, quello tecnico. Riprese scarne e luce poco curata, forse è stata una scelta stilistica per dare quel senso di "poco costruito" ma purtroppo a tratti dà l'effetto opposto. La sceneggiatura perde qualche colpo nei dettagli ma la trama per alcuni aspetti incuriosisce e ci fa domandare: "Adesso che cosa farà Bobby?". Insomma stimola la curiosità quel tanto che basta per non spegnere il televisore. Carino, intrigante ma nulla di memorabile.

CURIOSITA': Il film ha vinto il premio della giuria al Florida Film Festival, il premio come miglior regia al AFI Fest e una menzione speciale al Festróia - Tróia International Film Festival.

CONSIGLI: Da vedere in sciallitudine.

IN UNA PAROLA: Inconsistente

GIUDIZIO: 5 e mezzo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...